La Giunta del Tuo Comune desidererebbe avere uno Centro Polifunzionale come questo?
Centro ideale foto
Ti piacerebbe che il tuo Comune potesse ospitare uno o due spettacoli al giorno di grande livello?
Venerdì sera pallavolo, sabato pomeriggio tennis, sabato sera concerto, domenica pomeriggio calcio e domenica sera teatro, ecc …
Il Comune non ha denaro per potersi permettere tutto questo?
Voi trovateci un’area ben collegata ad aeroporti, treni ed autostrade ed al resto penseremo tutto noi.
Non vi costeremo alcunché se ci chiamerete alla presenza di almeno due presidenti delle principali squadre del vostro Comune e dell’intera Giunta.
Vi costruiremo un Centro polifunzionale capace di ospitare da 8 a 16.000 persone.
Sarà coperto, bellissimo, versatile … completo di albergo, ristoranti, centro sportivo, ecc.
Il Vostro Comune sarà finalmente all’altezza delle aspettative dei Vostri elettori!
Tutto il mondo conoscerà il vostro Comune grazie al Centro Polifunzionale.
Ma potrete fare molto di più …
– gli studenti potranno vedere un film e poi godersi la struttura come fosse una grande è meravigliosa palestra;
– gli anziani potranno ritrovarsi tutti insieme per poi concedersi una serata di liscio;
– finalmente potrete accogliere in un sito adeguato gli Alpini o i Fedeli o chiunque altro desidererete riunire.
Non facciamo miracoli ma riusciamo a coniugare:
– l’ardore dei migliori progettisti del settore con l’esperienza dei nostri consulenti finanziari di ultima generazione;
– i migliori sponsor con i fornitori più convenienti;
– l’innovazione finanziaria del Crowdfunding Equity Based con la fantasia del Crowdfunding Reward;
Così riusciamo a trasformare in realtà i Vostri sogni!
You can!

 

 

 

All’estero gli esempi di successo sono molti ma in Italia l’unico caso a cui guardare è quello dello stadio della Juventus a Torino, dove la multifunzionalità si è estesa sino a un centro commerciale e progetti di ospitalità e residenziali.  In Italia lo stadio è solo un asset immobiliare e non è ancora considerato un centro di ricavo. Dal 2016 Assoimmobiliare (l’associazione di categoria delle società di real estate) ha appena costituito una delegazione ad hoc per il settore degli stadi, la cui presidenza è stata affidata a Fabio Badirali, che partecipa anche alla rete denominata Sportium, un vero e proprio consorzio di professionisti e società con un track record importante all’estero.  L’obiettivo è di ottimizzare i cosiddetti “ricavi da matchday”, andando a lavorare sui biglietti invenduti. Lo stadio multifunzione deve poi procedere a sviluppare tutti gli altri proventi ricavabili dalla struttura con l’obiettivo di superare l’ormai anacronistico utilizzo dell’infrastruttura sportiva solo per il giorno della partita. L’approvazione della legge 143/2013 (art. 1 commi 303-305) ha peraltro infine introdotto, dopo un lunghissimo periodo di gestazione, un adeguato e rivoluzionario impianto normativo ad hoc, determinando anche il concetto di impianto polifunzionale e rendendo quindi molto più snelle le relative procedure.

Sportium è di fatto un team di professionalità che riunisce Progetto Cmr, Manica Architecture, iDeas, Dla Piper e Fabio Bandirali (ex direttore generale per l’Italia di Rheinhyp Rheinische Hypotheken Bank AG e di Eurohypo AG). Tra i progetti già realizzati dai partecipanti a Sportium, da citare Guangzhou Arena in Cina e The Mercedez-Benz Arena a Shanghai (alla realizzazione di entrambi ha partecipato Manica architecture); Songjiang FC Stadium a Tianjin, Cina (Progetto Cmr); il Velodromo Maspes-Vigorelli a Milano (Progetto Cmr e Manica architecture); il VTB Stadium, Fifa World Cup 2018 a Mosca (Manica); il National Stadium of Tirana in Albania (Progetto Cmr e Manica).

Prossimi cantieri aperti Cagliari, Fiorentina e Napoli.

stadi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LA FAVOLA BASCA
La  “SD Eibar”, squadra di Eibar, conosciuta come la Ciudad Armera,  a causa della quantità di armi da fuoco che venivano prodotte. Durante la guerra civile spagnola 1936-1939, la città di 30.000 è stata distrutta dai franchisti e nel 1940, le due squadre della città si fusero per formare SD Eibar.  Situata tra le città basche di Bilbao e San Sebastián,  SD Eibar  ha lanciato una campagna di crowdfunding dove le persone possono acquistare azioni per 50 euro a testa  (l’investimento massimo 100.000 euro), raccogliendo 1,7 milioni di euro.  Alex Aranzabal è il Presidente del club dal 2009. Negli ultimi due anni, ha contribuito a portare la squadra dalle  divisioni inferiori del calcio professionista spagnolo alla massima divisione spagnola, La Liga . Secondo una legge nota come Real Decreto 1251/1999, quando le squadre salgono dal terzo al seconda divisione, sono tenute ad avere un capitale dedicato pari al 25% delle spese medie di tale campionato, circa 2,1 milioni di euro, mentre la SD Eibar ne aveva solo 422.000.   Quello che volevamo fare, all’interno del modello Eibar, era essere un club della gente e così i finanziamenti sono arrivati da 37 paesi (Spagna, Stati Uniti, Cina, ecc.).   Il suo stadio è di gran lunga il più piccolo nella top league, con spazio per soli 5.000 tifosi ed il suo intero bilancio è stato di 3,9 milioni di euro (lo stipendio annuo di Cristiano Ronaldo è di circa $ 50 milioni e il Real Madrid ha circa 85.000 posti).  6,9 milioni di euro è  il valore di mercato dei suoi giocatori.  “Vogliamo dimostrare che nel calcio, il piccolo club, quando è ben gestito, può competere con i più forti”, dice Aranzabal.